Recensione “Ciò che l’amore non dice: Brevi storie di cuori infranti”

Buongiorno lettori, oggi vi porto la recensione del libro di India (su instagram la trovate con il nome: piccolo_sole_scrive) intitolato “Cio’ che l’amore non dice: Brevi storie di cuori infranti”.

Copertina: Molto singolare e racchiude la sensibilità dei racconti
Titolo: Cio’ che l’amore non dice
Autore: India Solari
Data di rilascio: 2020
Genere: Racconti

Trama: Le storie che racconto parlano di dolore. Un dolore forte e aspro che, talvolta, può portare alla pazzia; ma se si riesce a guardare oltre, si può assaporare la tortuosa e affascinante strada che è la vita: una via dove è possibile trovare l’amore verso la nostra stessa anima o verso le altre; una via che nasconde scelte difficili da intraprendere e incubi più neri della notte. C’è il rischio di perdersi. Eppure, soltanto la perdizione può portare a trovare nuovamente se stessi.


Valutazione: L’esposizione è scorrevole e incarna, con le parole, i sentimenti profondi dell’animo umano. Il libro è una narrazione di cinque storie. Suggerirei una revisione dello scritto perché ho riscontrato errori riguardanti virgole, punti e virgola o alcune frasi. Tutto sommato la lettura è scorrevole ed emozionante per chi sa leggere con lo sguardo pieno di sentimento.
Pensieri personali del libro: Il libro è una narrazione di cinque storie: il primo è dedicato a Flower, scrive poesie e si identifica con il mondo, la natura e l’universo. Cerca l’amore come se lei ne fosse esclusa.

Il secondo racconto parla di Thomas, il suo dolore che si infiltra nel corpo, la voglia di lasciarsi andare a quella sensazione e alla colpa. Non vuole liberarsi dal peso che sente crescere dentro di lui e cerca di auto infliggersi del dolore fisico per sviare quello mentale. Il dolore e la sofferenza echeggiano nella sua mente.

Il terzo racconto parla di Oliver e True, che con il loro incontro e leggendosi negli occhi comprendono la vastità dei sentimenti che si celano dentro quei corpi. Si assapora nel racconto la delicatezza dei momenti vissuti. Viene enunciato il sentimento di saper aspettare per ‘chissà per quanto tempo’ che è l’amore che giustifica la consapevolezza di Oliver.

Il quarto parla di Daniel e Sofia, lei è una ragazza dai mille volti che viene amata.

E infine, c’è la storia di Ocean.

Mi fa fronte la delicatezza e la dedizione con cui India è riuscita a racchiudere in cinque storie la completezza dei sentimenti umani oscillando dall’estasi dell’amore al tumulto della perdita e dell’abbandono. Fa comprendere come, in diverse prospettive ma con lo stesso meccanismo, l’uomo possa conoscere e sperimentare dei sentimenti a sé estranei che possano cambiarlo totalmente, sia fisicamente che mentalmente. Questo ci deve far capire che i sentimenti sono come delle anfore antiche e bisogna prendersene cura.
Sistema di valutazione: ★★★★ ☆ | mi è piaciuto molto.

India, una ragazza dolcissima che ho conosciuto grazie alla collaborazione, ci mostra come la follia, l’amore e l’inquietudine presenti nell’animo umano e come, l’uomo indifeso, affronta tale situazioni o come si sente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...