Recensione “L’ennesima involontaria inchiesta dell’ineffabile Di Tuccio”

Buona mattina cari lettori, oggi vi presento un Romanzo Giallo, a mio avviso molto soft. L’autore emergente è Valerio Tagliaferri che mi ha dato la possibilità di leggere e recensire il suo romanzo “L’ennesima involontaria inchiesta dell’ineffabile Di Tuccio“.

Potete acquistare il libro direttamente dal sito dell’autore cliccando qui.

Ciacco. L'ennesima involontaria inchiesta dell'ineffabile Di Tuccio (L'inconsapevole Di Tuccio Vol. 4) di [Valerio Tagliaferri]

Copertina: assolutamente no.
Titolo: “L’ennesima involontaria inchiesta dell’ineffabile Di Tuccio”
Autore: Valerio Tagliaferri
Data di rilascio:2020
Genere: Romanzo Giallo
Trama: Una morte così banale da diventare sospetta.
Una storia così drammatica da sembrare irreale.
Un personaggio pubblico così famoso da essere quasi invisibile.
Uno sconosciuto così misterioso da essere disperatamente indecifrabile.

Perugia, ancora una volta, torna ed essere la scena di un mistero letale nel quale l’inconsapevole Di Tuccio, come sempre, ci scivola inesorabilmente dentro.

Questa volta, nei meandri dell’antica città etrusca, il curioso esploratore dell’animo umano Corrado Di Tuccio, dovrà confrontarsi con la violenta risacca che esplode quando l’onda del passato si scontra contro quella del presente.


Valutazione: Il romanzo in questione è un giallo con sfumature di noir, con al centro del nocciolo una indagine e un mistero da risolvere. La scrittura è ben posta, forse avrei messo le virgolette anziché i trattini per le conversazioni e inoltre avrei preferito un altro tipo di font per la stampa. Certamente non apprezzo, invece, la copertina. E’ una lettura leggera e breve. Avrei inserito, magari, più sensazioni ed emozioni provate dallo stesso personaggio principale così da creare più atmosfere di suspence.


Pensieri personali del libro: Bisogna partire con lo spiegare chi è Corrado Di Tuccio: è un uomo solo. Dunque nel romanzo vengono richiamate anche le riflessioni sulla solitudine.

Di Tuccio è un uomo che si è lasciato con la moglie, ha un problema al nervo sciatico che lo costringe a fare lunghe passeggiate per contrastare il dolore e il suo hobby preferito è leggere sui diversi quotidiani le ultime notizie in fatto di cronaca.

Tramite il suo hobby è venuto a conoscenza di una morte alquanto bizzarra e singolare: un famoso personaggio pubblico è morto cadendo dalle scale. Il personaggio in questione è un famoso giornalista che per moltissimi anni ha condotto un programma in seconda serata che tratta ricostruzioni di omicidi.  Il nostro Corrado però, non è ben convinto che l’incidente sia avvenuto sotto queste forme di accidentalità.

Il romanzo si apre in due parti: a prima parte del libro procede con una più lenta e concentrato maggiormente sul personaggio Di Tuccio e sulla sua essenza, dunque hobby e vita quotidiana… questo permette al lettore di avere una chiara visione del personaggio e delle sue azioni. Nella seconda parte del romanzo invece abbiamo un’azione più movimentata, infatti Di Tuccio si troverà ad indagare su questa misteriosa caduta accidentale che ha portato alla morte un personaggio pubblico.


Sistema di valutazione: ★★★ ☆☆

ringrazio l’autore per la fiducia che mi è stata posta.